Ogni giorno è Pasqua, perchè ogni giorno il Sole Risorge.

By Sefora Motta

Posted in

Era il 2015. Avevo viaggiato per 17 ore in una piccola e fatiscente barca insieme ad ad un’altra dozzina di gente amazzone, mai vista prima. Percorrevamo un affluente del Rio. Eravamo in mezzo: a sinistra costeggiavamo il Perù, a destra la Colombia. Avevo 24 anni, una buffa camminata ore 10:10, una reflex sulle spalla, tanta passione, ma il cuore davvero troppo pesante. Mi piacerebbe dire che ho vissuto appieno ogni mio viaggio e che ho saputo riempirli sempre di significato. Ma non è cosi.

Mi sono spostata tante volte, è vero, ma purtroppo non sempre ho viaggiato, perché viaggiare non è spostarsi da un luogo all’altro, ma significa incontrare i popoli. Pienamente. In quel viaggio non ho avuto la lucidità di saper incontrare l’altro, di decentrarmi per mischiarmi fra la gente e assorbirne gli usi e i costumi del cuore. Sono partita con una valigia troppo piena per poter portare a casa dell’altro. Ma sto imparando. Sto pazientemente imparando a svuotarmi, a creare spazio in me, a buttare tutto ciò che posso. Perché ho imparato che quello che posso ancora ricevere è sempre più importante di quello che porto già dentro.

Le periferie esistenziali di questa Terra, nelle mia vita, sono in grado di fare proprio: spazio.Non possono offrimi mai nulla, perché nulla hanno, ma il loro regalo consiste sempre nel togliermi il superfluo di dosso, gli strati di pelle granitica dal mio cuore per tornare a risentire la vita, sentirla forte e sentirla davvero.Questo è il mio augurio in questa Pasqua, che possiamo abitare coraggiosamente il vuoto di questa tomba, e saperci riaprirci alla vita. Di riuscirei a morire tutti i giorni, e tutti i giorni rinascere, per reinventarci, un’altra volta ancora.

Perché la Pasqua è come il Sole. Ogni giorno è Pasqua, perchè ogni giorno il Sole Risorge. Si. Lui ha vinto il mondo.

© Sefora Motta

About The Sefora Motta

No comments yet.

Lascia un commento

Comment


btt