Il covid-19 è arrivato in Tanzania.

By Sefora Motta

Posted in

La nostra “scuola che (non) c’è”, da oggi sarà chiusa. Il #covid19 è appena arrivato anche in #Tanzania.

Pensate, se il Virus sta mettendo in ginocchio il nostro Paese, tanto sviluppato ed evoluto, lascio a voi immaginare la carneficina che questa pandemia, a breve, provocherà in questi luoghi dove non solo non ci sono terapie intensive, ma nemmeno le più semplici strutture sanitarie di primo soccorso.Lo sapete già: i villaggi in cui, da qualche anno, ho deciso di operare, sono luoghi in cui gli esseri umani vivono come cani, senza assistenza sanitaria, senza cibo ne acqua.

Nella nostra scuola che (non) c’è, negli ultimi mesi abbiamo già attivato diverse campagne per la prevenzione delle malattie tropicali (a Settembre, grazie a tutti voi, costruiremo il nostro secondo pozzo, l’acqua pulita sarà un grande sollievo) ma c’è ancora un grande lavoro da fare… Tuttavia, scrivo questo post, per noi. In questo momento di vulnerabilità globale, di strappo all’autosufficienza universale, personalmente credo che dovremmo imparare da loro, che hanno fatto della paura e dell’angoscia il loro pane quotidiano di cui nutrirsi per vivere. Infatti, quando il male arriva, l’Africano si affida all’Autore della Vita.

Anzi, a dire il vero, sempre. Sia che si nasca, sia che si viva, sia che si muoia, si deve rendere gloria a Dio. Prendiamo esempio da loro, che usano il loro ultimo dente rimasto per sorridere.Da loro, che fanno del loro dolore un’occasione per conoscere Dio.Da loro, che usano le pietre d’inciampo che la stessa vita lancia, e le trasformano in gradini per salire più in alto.Da loro, che hanno compreso che la condivisione è la vera forma di progresso.Da loro, che nella tragedia imparano la più alta forma di civiltà: l’amore.

La scuola che (non) c’è rimarrà chiusa per un mese.Ma il nostro cuore si apre, forse come mai prima, ad una causa che non è più così lontana.Adesso, forse, ci pare di percepire maggiormente, che il dolore dell’altro è diventato anche il nostro, ed è arrivato perfino a #casanostra. Siamo un’unica famiglia globale.

Ce la faremo.

«Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza,il mio Dio in cui io confido» (Salmo 91)

Sefora, fondatrice di HPS Charity

www.hpscharity.com

About The Sefora Motta

No comments yet.

Lascia un commento

Comment


btt