#happysanvalentinesday

By Sefora Motta

Posted in , ,

A San Valentino, il mio cuore si stringe in se stesso, perché so che giornate come queste, per molti, possono essere come del sale sparso sulla ferita della solitudine.  

Ma ricorda, che se è vero che l’uomo non è un isola, ed è stato creato per la convivialità, la condivisione, la separazione del carico della vita, è altresì vero che altre volte è necessario che stia da solo per fare quello che da sempre più ci infastidisce fare: trovare se stessi. 

Perchè? 

Forse per conoscerci più di quanto gli altri dicono di noi.
Per imparare a perdonarci anche quando nessuno intende farlo.
Per scoprire il tatto della nostra carezza anche quando nessun altro vuole offrircela.

Forse non tutti sanno che “San Valentino”, secondo il mito, pare sia stato giustiziato perché aveva celebrato un matrimonio “illegale”. Fece sposare, infatti, una cristiana con un pagano, e per questo, si dice, venne martirizzato.

Chi lo sa, magari a questo, forse, serve stare soli, per avere il tempo di fare pace con il peggio di noi. Per sposarci con la nostra miseria e imparare ad essere integri, integrali, un unico pezzo: Il meglio e il peggio, il santo e il profano, l’ultimo e il primo, lo straordinario e l’ordinario, il forte e il debole. Due facce della stessa medaglia che fa pace con la sua dicotomia, che non è altro che la sua umanità, nonché la più grande porta di accesso per Il creatore del sole e delle stelle. 

Oggi, emula quello che Dio sta facendo con te. Prestagli le tue braccia, per abbracciare il tuo peggio, baciare la tua umanità, accarezzare la tua debolezza. 
Prenditi a cuore. Tutto di te.

Perchè solo quando ci sentiamo profondamente amati, troviamo il coraggio di diventare una versione migliore di noi stessi. 

Trovati. 
Perchè trovare se stessi è trovare Dio in noi. 
E quando troviamo Dio in noi, troviamo Dio nell’altro. 

#happysanvalentinesday

About The Sefora Motta

No comments yet.

Lascia un commento

Comment


btt