La “religione” ha ucciso Dio

By Sefora Motta

Posted in

La “chiesa” ha provato ad arrestarti, a metterti in prigione, ti dicevano che avevi un demone dentro e che avevi “problemi spirituali”. Dicevano tu fossi un ribelle all’istituzione “santa” e assolutistica della chiesa (con la c minuscola), che eri un pazzo da legare, da ammutolire, da appendere ad una croce.

Dagli stessi religiosi, da coloro che praticavano con austerità l’intera tua Legge Divina, eri considerato un poco di buono, “mangione e bevone” che aveva come amici atei e dannati.
Gesù, tu sei stato odiato da coloro che dicevano di amare Dio! Maltrattato e odiato da coloro che erano convinti di stare dalla tua parte!

Com’è possibile che mentre crediamo di perseguire Dio, in realtá lo stiamo perseguitando, condannandolo a morte?

Sono fermamente convinta che, oggi come allora, coloro che stanno maggiormente sputando sulla croce, inveendo contro Gesù, istigandolo ad esalare il suo ultimo respiro, stanno parlando proprio di lui, in giacca e cravatta o con un collarino, con una bibbia sotto l’ascella destra, inseriti comodamente negli scaffali delle buoni reputazioni religiose.

Niente giri di parole.
La “religione” ha ucciso Dio.
I metodi umani per raggiungere Dio hanno sacrificato Dio stesso.

Mio Dio, tiraci fuori da questi sepolcri imbiancati in cui siamo stagnati e incollati. Con veemenza, sbattiamo i pugni da dentro, ci sentirai? Potrai mai perdonarci? Scusaci se abbiamo pensato di farti un culto, sacrificando te stesso! Scusaci, scusaci se da secoli continuiamo ad uccidere Gesù, bruciandolo sull’altare anziché offrire noi stessi.

Dio mio, matrice dell’universo, salvaci.
Tiraci fuori da qui.
Abbiamo un sincero, immenso e disperato bisogno di te!

SM©

About The Sefora Motta

No comments yet.

Lascia un commento

Comment


btt