Foto-grafia: la scrittura della Luce, la scrittura di Dio

By Sefora Motta

Posted in

Fotografia: foto (phòthòs) è luce, grafia (graphía) è scrittura: la scrittura della luce.

Mi piace pensare che la vita sia una grafia, una scrittura, una firma di chi è Luce per essenza. La vita, è la scrittura di Dio, una scrittura incisa col sangue sul mondo intero. 

Vivo la mia vita alla ricerca della luce, la ricerco come artista, come fotografa, come missionaria ma più di ogni altra cosa come figlia, del Cielo. Ne ho bisogno per vivere, per vedere, per vedere veramente e portare luce sui tesori nascosti dalle tenebre: la vulnerabilità, la debolezza, l’imperfezione, la povertà e tutto ciò che sta dietro il palcoscenico del mondo. 

Sono attratta dalla gente che soffre, mi piace ravvivare la mia anima nel fresco fiume delle loro lacrime. E’ lì che il mio cuore si ammorbidisce. Sono innamorata delle anime infelici che ringraziano Dio, di quegli ultimi che usano il loro unico dente rimasto per sorridere, e delle vite amputate stanno resistendo ancora, adesso.

Sono onesta, rovistando fra le cianfrusaglie del mio cuore non ho trovato un granché. Sono polvere e polvere e polvere tornerò. I contenuti più significativi del mio cuore mi sono stati versati da coloro che in questa vita non avevano nulla e per questo desidero dare tutto.

Ho visto la più alta forma di compassione esplodere proprio nella tragedia; la vita crescere dove vita veniva a mancare; fiori nascere dal letame e miracoli germogliare tra le ceneri.

Credo nella matematica dell’amore che muove le stelle e i pianeti, una matematica in cu la privazione è guadagno, l’umiliazione gloria, l’arresa trionfo. Un economia per la quale più si spende più si guadagna: l’amore.

Ecco, io desidero solo imparare da questo Amore, un amore folle, senza senso, che capovolge l’ordine delle cose. Io non desidero nient’altro che spostare l’attenzione del mondo dalle cose che luccicano alle cose rotte. Dalle cose pieni di intelligenza e sapienza alle cose pazze, dalle cose che sono a quelle che non sono. 

Il miglior modo per spendere la propria vita probabilmente è quello di spenderla per qualcosa che vale di più della vita stessa. 

C’è qualcosa di speciale oltre il velo della realtà evidente. Qualcuno l’ha già squarciato per noi. Io posso vedere. Io voglio vedere veramente.

SM©

 

 

About The Sefora Motta

No comments yet.

Lascia un commento

Comment


btt